Google+

La riforma del condominio

La legge di riforma del condominio, legge n. 220 del 11 dicembre 2012 è entrata in vigore il 18 giugno 2013.

Le novità introdotte sono molte e interessano diversi aspetti della “vita” di condominio, facciamo una carrellata sulle principali novità per poi andare, con ulteriori articoli, nel merito delle singole modifiche.

Sito internet

L’assemblea può deliberare che venga attivato il sito internet del condominio in modo che tutti i condomini possano consultare i documenti relativi alla gestione del condominio.

Animali

E’ vietato introdurre divieti al possesso degli animali nel regolamento di condominio.

Conto corrente condominiale

L’Amministratore è obbligato a far transitare tutte le somme ricevute o erogate su di un conto corrente intestato al condominio, ciascun condomino può, tramite l’Amministratore, prendere visione ed estrarre copia dei rendiconti periodici.

Videosorveglianza

Per poter attivare la videosorveglianza sulle parti comuni è sufficiente la maggioranza dei voti con almeno metà dei millesimi.

Fondo speciale

Per le opere di manutenzione straordinaria e le innovazioni si deve costituire obbligatoriamente un fondo speciale di pari importo dell’ammontare dei lavori.

Multe in condominio

L’Amministratore, in caso di violazioni ai regolamenti, può comminare multe sino a 200 € e sino a 800 € in caso di recidiva.

Riscaldamento e parti comuni

E’ possibile per un singolo condomino distaccarsi dalle parti comuni come riscaldamento e condizionamento.

Amministratore

Le novità in questo caso sono molteplici,vediamole:

-La figura dell’Amministratore diventa obbligatoria al di sopra degli  otto condomini.

-Per poter amministrare è necessario almeno il diploma di scuola secondaria.

-La durata dell’incarico è di due anni.

-La revoca dell’Amministratore può essere fatta in qualsiasi momento.

-L’assemblea può subordinare la nomina dell’Amministratore alla stipula di un’assicurazione per la responsabilità civile per gli atti compiuti nell’esercizio del mandato.

Nei prossimi articoli entreremo nel dettaglio delle singole novità introdotte.

 

 

 

 

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.